Marco Boniardi: sito personale mail:
website:
 Marco@boniardi.org
 http://marco.boniardi.org/index.jsp
Marco Boniardi
 
 [ Cambogia
Museo Tuol Sleg. Nel 1975 la scuola superiore Tuol Svay Prey fu trasformata dalle forze di sicurezza di Pol Pot nel carcere di sicurezza 21 (S21). In 4 anni in questa prigione furono torturate ed uccise piu' di 17.000 persone. Ora e' un museo alla memoria del genocidio. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.1
Museo Tuol Sleg. Nel 1975 la scuola superiore Tuol Svay Prey fu trasformata dalle forze di sicurezza di Pol Pot nel carcere di sicurezza 21 (S21). In 4 anni in questa prigione furono torturate ed uccise piu' di 17.000 persone. Ora  e' un museo alla memoria del genocidio. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.2
Museo Tuol Sleg - S21. Corridoio esterno che unisce le aule trasformate dalle forze di sicurezza di Pol Pot in celle di detenzione dal 1975 al 1979. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.3
Museo Tuol Sleg - S21. Le aule del primo piano erano state suddivise in piccoli loculi con dei muri di mattoni ove venivano incatenate le persone durante il periodo di tortura. I muri tra le aule erano stati aperti per permettere ai carceriri di controllare i detenuti. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.4
Museo Tuol Sleg - S21. Le aule del primo piano erano state suddivise in piccoli loculi con dei muri di mattoni ove venivano incatenate le persone durante il periodo di tortura. I muri tra le aule erano stati aperti per permettere ai carceriri di controllare i detenuti. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.5
Museo Tuol Sleg - S21. Le aule del primo piano erano state suddivise in piccoli loculi con dei muri di mattoni ove venivano incatenate le persone durante il periodo di tortura. I muri tra le aule erano stati aperti per permettere ai carcerieri di controllare i detenuti. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.6
Museo Tuol Sleg - S21. Le aule del secondo piano erano state divise con delle celle di legno. I muri tra le aule erano stati aperti per permettere ai carcerieri di controllare i detenuti. - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.7
Campo di sterminio di Choeung Ek. Stupa eretto in memoria delle 17.000 vittime incarcerate e torturate all'S21 durante il genocidio e portate in questo campo di sterminio a morire - Phnom Penh, Cambogia. Foto: Marco Boniardi
Immagine n.8
 [ Cambogia
Cambogia

Home - Who I am - Curriculum - Curriculum - Experiences - About us - Photoalbum - Friends - Sito Italiano - Volagratis - Primafila.com - stat - Login
2000-2001 Copyright :Marco Boniardi: